Spedizione gratuita in 24/48h | Ordini telefonici 800.688.801 | Sconto 10% sul tuo primo ordine!



Goji e Alzheimer

Pubblicato da La Redazione il

Le proprietà antiossidanti del Goji sono ben conosciute. Ricordiamo l’effetto che ad esempio estratti di Goji possono avere su applicazioni anti-age o anti-infiammatorie. In questo studio viene investigato l’effetto che un estratto di Goji può avere nei confronti degli elementi patologici principali che portano allo scatenamento del morbo di Alzheimer e cioè quello dei peptidi beta-amiloidi (Abeta) che, prodotti in forma alterata dai neuroni, iniziano ad interferire con le loro attività di membrana e quindi prima con la loro capacità di trasmettere correttamente l’impulso nervoso e successivamente con la stessa compatibilità alla sopravvivenza di queste cellule. I neuroni sono le cellule funzionali del cervello e di tutto il sistema nervoso e la loro corretta funzionalità è fondamentale per il mantenimento di caratteristiche e prestazioni mentali, logiche, comportamentali e di relazione corrette e normali. Stati di alterazione del loro metabolismo porta rapidamente ad uno scadimento della qualità di tutte le funzioni cerebrali, sensitive, motorie, emozionali e di elaborazione. Questo lavoro ha verificato le proprietà neuro-protettive di un estratto di Goji sui neuroni, proprio in confronto alle principali sostanze neuro-tossiche che si sviluppano nell’Alzheimer. Questo processo di rapido invecchiamento e degradazione delle capacità cognitive rappresenta una problematica sempre più presente nella società odierna, a causa del progressivo invecchiamento della popolazione del nostro Paese. Vogliamo porre l’attenzione di un approccio con la regolare e controllata assunzione di Goji nell’ottica di un trattamento preventivo a lungo termine, attraverso il quale può essere conseguito e mantenuto un costante livello ottimale della funzionalità fisiologica dei neuroni, contrastando alla base ogni possibile effetto di invecchiamento e neuro-tossico a carico del sistema nervoso e del tessuto cerebrale.
Exp Gerontol. 2005 Aug-Sep;40(8-9):716-27.

Effetti Neuro-protettivi del rimedio orientale anti-aging Lycium barbarum contro la neuro-tossicità dei peptidi beta-amiloidei.

Yu MS, Leung SK, Lai SW, Che CM, Zee SY, So KF, Yuen WH, Chang RC.
Abstract A causa del drammatico incremento della popolazione anziana in queste ultime decadi, devono essere svolti sempre maggiori sforzi per il trattamento delle malattie neuro-degenerative associate all’età, come il morbo di Alzheimer (AD). Gli estratti naturali dalla pianta del Lycium barbarum sono ben conosciuti per mostrare effetti anti-aging. Noi quindi abbiamo ipotizzato che essi posseggano effetti neuro-protettivi contro le tossine coinvolte nelle malattie neuro-degenerative associate all’età. In questo studio, abbiamo voluto investigare se estratti da Lycium barbarum avessero effetti neuro-protettivi nei confronti della tossicità dei frammenti fibrillari Abeta(1-42) e Abeta(25-35) (le sostanze che creano le placche amiloidi nell’Alzheimer, ndr). Una coltura cellulare in vitro di neuroni (cellule cerebrali, ndr) stata esposta ai peptidi Abeta con effetti risultanti di apoptosi e necrosi (morte cellulare, ndr). Un pretrattamento (dei neuroni, ndr) con un estratto isolato da L. barbarum ha significativamente ridotto il rilascio di lattato-deidrogenasi (LDH) (segnale di danno tissutale, ndr). In più esso ha attenuato l’attività della Caspasi 3 attivata dai peptidi Abeta (segnale di morte cellulare, ndr). L’estratto di Goji suscita un tipico effetto neuro-protettivo dose-dipendente. L’effetto di efficacia di tale estratto è più ampio del ben conosciuto rimedio neuroprotettivo Cloruro di Litio (LiCl). Abbiamo inoltre esaminato i meccanismi che sottostanno agli effetti neuro-protettivi dell’estratto (…..) attraverso la riduzione della fosforilazione di JNK-1 (segnale di morte neuronale, ndr). Globalmente abbiamo provato la nostra ipotesi di verificare gli effetti neuroprotettivi dell’estratto di Lycium barbarum. Ulteriori studi sui rimedi erbali anti-aging come il Goji possono aprire nuovi orizzonti terapeutici per la prevenzione del morbo di Alzheimer.
FONTE Exp Gerontol. 2005 Aug-Sep;40(8-9):716-27. Neuroprotective effects of anti-aging oriental medicine Lycium barbarum against beta-amyloid peptide neurotoxicity. Yu MS, Leung SK, Lai SW, Che CM, Zee SY, So KF, Yuen WH, Chang RC.