Spedizione gratuita in 24/48h | Ordini telefonici 800.688.801 | Sconto 10% sul tuo primo ordine!



Studio clinico sul Goji: previene l'influenza nell'anziano

Pubblicato da La Redazione il

Un interessante studio clinico va a dimostrare un aspetto potenzialmente davvero importante per il sostegno immunitario delle persone anziane, specie per ciò che riguarda la risposta immunitaria a seguito della vaccinazione anti-influenzale. Sappiamo bene che la salute dei nostri anziani, specie in presenza di malattie cronico-degenerative, può essere messa a repentaglio da una infezione influenzale che, per quanto banale, se trova un organismo già debilitato è in grado di indurre pericolose degradazioni dello stato di salute, con potenziali esiti nefasti. Usualmente la vaccinazione anti-influenzale effettuata ad inizio autunno conferisce una valida protezione verso le affezioni da virus dell’influenza che sono presenti nella popolazione in quell’annata. Consideriamo però che la vaccinazione contro l’influenza, come qualsiasi altra vaccinazione, è efficace solo quando l’organismo risponde adeguatamente allo stimolo antigenico producendo i corrispondenti e specifici anticorpi (Immunoglobuline Ig-G). Se questa reazione immunitaria e la conseguente produzione di anticorpi non avviene o avviene in modo insufficiente ecco che la protezione ottenuta dal soggetto con la vaccinazione verso quella specifica minaccia viene a mancare, con possibilità di ammalarsi comunque di quella malattia. Ciò è particolarmente vero per i soggetti anziani, il cui sistema immunitario può non essere più totalmente efficiente nella risposta anticorpale e quindi essi possono essere esposti a deficit della risposta vaccinale. Da questo studio clinico in doppio cieco contro placebo e svolto anche su un valido numero di soggetti abbiamo verificato la capacità del Goji di stimolare e sostenere opportunamente il sistema immunitario dell’anziano, aumentando il contenuto di Immunoglobuline specifiche contro l’influenza, rispetto ai soggetti che non hanno assunto il Goji. In questo modo essi avranno meno probabilità di ammalarsi di influenza rispetto a coloro che non hanno consumato Goji.

Conclusioni dello studio clinico

Il consumo regolare e controllato di Goji può così essere un supporto per il sistema immunitario nell’anziano, per sostenere l’efficacia della vaccinazione anti-influenzale ed allontanare la possibilità di ammalarsi di queste pericolose sindromi infettive. Inoltre il Goji, nel sostenere il sistema immunitario dell’anziano non esercita, come abbiamo visto nello studio, nessuna sovra-stimolazione eccessiva che potrebbe condurre a reazioni intolleranti od auto-immuni; esso si comporta quindi come un immuno-modulante. Iniziare quindi per tempo l’integrazione alimentare con Goji rispetto alla vaccinazione anti-influenzale può rappresentare un miglioramento della sua efficacia ed una ulteriore protezione e garanzia per la salute ed il benessere di persone anziane, con immuno-depressione ed affette da malattie cronico-degenerative.
Rejuvenation Res. 2012 Feb; 15(1):89-97.

Effetti immunomodulatori della supplementazione alimentare con prodotto a base di Goji in anziani sani: uno studio randomizzato in doppio cieco contro placebo.

Vidal K, Bucheli P, Gao Q, Moulin J, Shen LS, Wang J, Blum S, Benyacoub J.
AbstractIl frutto di Lycium barbarum è apprezzato da molti anni in Cina per le sue proprietà immunomodulanti ed il suo contenuto specifico altamente antiossidante. Nonostante ciò sono ancora mancanti chiare evidenze cliniche che possano dimostrare gli effetti del consumo alimentare del Goji. Dopo un nostro precedente report che mostrava la capacità di una formulazione proprietaria a base di latte e Goji (Lacto-Wolfberry) di stimolare in vivo la risposta immuno adattativa antigene specifica su topi anziani, lo studio attuale vuole dimostrare l’effetto del consumo del preparato a base di Goji sulle funzioni immunitarie degli anziani, in particolare sulla risposta vaccinica che è risaputo tende a declinare con l’età. E’ stato condotto uno studio randomizzato, in doppio cieco e contro placebo di 3 mesi su 150 anziani sani (65 - 70 anni) cinesi, con la somministrazione della medesima quantità (13,7 g/die) di prodotto a base di Goji oppure placebo. E’ stata valutata la risposta immune alla vaccinazione per l’influenza, insieme allo stato infiammatorio e quello fisico. Durante il test nessun effetto avverso rilevante è stato rilevato, né sintomi simili ad una infezione influenzale. Non sono stati osservati cambiamenti nel peso corporeo e la pressione sanguigna, nelle analisi chimiche del sangue e della sua configurazione cellulare, così come nel livello di auto-anticorpi. I soggetti che hanno ricevuto il prodotto a base di Goji hanno mostrato un livello nel siero di Immunoglobuline G specifiche per l’influenza significativamente maggiore dopo la vaccinazione ed un maggiore rateo di siero-conversione, rispetto a quelli del gruppo placebo al termine del test. (….) La supplementazione con Goji non ha avuto effetti avversi significativi sulla risposta da iper-sensibilità ritardata e sui marcatori infiammatori. In conclusione l’integrazione alimentare a lungo termine con prodotto a base di Goji su soggetti anziani aumenta la loro capacità di risposta allo stimolo antigenico senza sovra-stimolare il loro sistema immunitario, contribuendo a sostenere il rinforzo delle difese immunitarie in questa popolazione.